Esplora contenuti correlati

Forme straordinarie, temporanee e speciali di gestione dei rifiuti urbani

20 Novembre 2020

(Ordinanza Regione LAZIO nr. Z00015 del 25/03/2020 – estratto)

A seguito delle criticità connesse alla gestione dei rifiuti urbani a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006, di attuare le seguenti forme straordinarie, temporanee e speciali di gestione dei rifiuti urbani, anche in deroga alle disposizioni vigenti per garantire la tutela della salute pubblica e dell’ambiente:

ORDINA

– ai cittadini e ai soggetti produttori di rifiuti urbani nelle abitazioni in cui NON sono presenti soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria, di mantenere le procedure in vigore nel territorio di appartenenza, non interrompendo la raccolta differenziata, con la precisazione che le mascherine monouso, i fazzoletti ed altre attrezzature monouso debbano essere buttate nell’indifferenziato.
– nelle abitazioni in cui sono presenti soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria, venga interrotta la raccolta differenziata, ove in essere, e che tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura, includendo fazzoletti, rotoli di carta, i teli monouso, mascherine e guanti, siano considerati indifferenziati e pertanto raccolti e conferiti insieme.
Per la raccolta dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti uno dentro l’altro o in numero maggiore in dipendenza della loro resistenza meccanica, possibilmente utilizzando un contenitore a pedale.
Gli utenti dovranno trattenere in casa i rifiuti indifferenziati prodotti e consegnarli unicamente secondo la frequenza e la modalità che saranno indicati dai Comuni.

Al seguente link è possibile consultare l’ordinanza completa della Regione Lazio:

Ordinanza Regione Lazio

L’indifferenziato presso le abitazioni con soggetti positivi al COVID-19 sarà ritirato il lunedì, come da calendario.

Condividi: