Pubblicazioni

 

Lista “Uniti per Cervaro”

CANDIDATO A SINDACO

Mauro Cernesi

PROGRAMMA ELETTORALE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE del 6 e 7 Maggio 2012

Comune di Cervaro


In occasione della consultazione elettorale del 6 e 7 Maggio 2012 per l'Amministrazione del nostro Comune, la lista civica UNITI PER CERVARO si presenta all'opinione pubblica con un simbolo comprendente all'interno le effigi dei movimenti “Rinascimento per Cervaro” coordinatore Massimo Maraone, “Per Cervaro” coordinatore Luigi Atrei Garofalo, “Riforma Cervaro” coordinatore Silvestra Fasulo, “Il coraggio di cambiare” coordinatore Rita Ricozzi, a testimonianza del profondo legame e della passione civica che ci lega alla nostra terra, nonché a testimonianza delle componenti che si sono fuse in un unico progetto di cambiamento. Il coordinatore non candidato della nostra compagine è Luigi Atrei Garofalo.

 

Il nostro intento è lavorare per il bene comune al fine di garantire, nel cambiamento, progettualità, sviluppo e progresso.


AL CENTRO I CITTADINI


La nostra compagine intende operare al servizio dei cittadini attraverso proposte e progetti coerenti con i mutati bisogni della società. Vogliamo perseguire un progetto di amministrazione comunale equa, volta all’interesse collettivo, al servizio del cittadino, alla condivisione ed alla trasparenza degli atti e delle scelte. Adottare il confronto e la partecipazione come metodo della azione amministrativa. Si rende necessario, attraverso la partecipazione della società civile, avviare un percorso virtuoso che conduca la Città al riscatto che le compete. Vogliamo introdurre concreti meccanismi di pianificazione e partecipazione popolare, e rendere le istituzioni sempre più vicine ai cittadini.

 

POLITICHE DI GESTIONE DELLE RISORSE


L’ORGANIZZAZIONE DELLA MACCHINA COMUNALE


La politica ha il compito di definire gli obiettivi e di garantirne la realizzazione, mentre la struttura amministrativa ha quello di attuare e tradurre operativamente la volontà politica. E’ necessario che i dirigenti tornino ad essere veri protagonisti dell’azione amministrativa, a garanzia dei cittadini.


Occorre dare piena attuazione alle norme sulla semplificazione e sulla trasparenza degli atti amministrativi, migliorando le azioni di comunicazione.

 

Sarà altresì necessario incrementare le convenzioni o i consorzi tra i Comuni per migliorare la qualità dei servizi e far fronte ai vincoli di manovra ed ai tagli dei trasferimenti agli Enti Locali.

 

POLITICA FISCALE


Le imposte e le tasse incassate dal Comune devono essere riutilizzate a vantaggio dei cittadini, migliorando la qualità dei servizi e finanziando nuovo sviluppo. Occorre garantire condizioni di equità fiscale che tutelino le fasce sociali più deboli. Sarà istituito uno sportello d'informazione al fine di poter consentire al cittadino, in tempo reale, di verificare la propria posizione in riferimento al pagamento dei tributi comunali e delle eventuali partite sospese. Attraverso un più razionale utilizzo delle risorse economiche ed una serrata lotta agli sprechi, bisogna infine giungere ad una generale riduzione delle aliquote fiscali comunali.

 

ASSOCIAZIONISMO E VOLONTARIATO


L’associazionismo deve diventare un interlocutore privilegiato e permanente, co-ideatore e gestore di programmi e progetti sociali. Tra le priorità la ricostituzione del servizio di protezione civile, e la valorizzazione delle risorse umane.

 

POLITICHE SOCIALI


Va promosso un Welfare Cittadino che contrasti le situazioni di disagio e sostenga le famiglie, gli anziani e le persone disabili. Occorre dedicare al settore maggiori ed adeguate risorse umane e finanziarie.

 

FAMIGLIA


Vogliamo perseguire una politica di sostegno alle famiglie, con interventi a favore delle realtà più degradate e delle situazioni di maggiore disagio sociale ed economico. I sussidi saranno erogati nel rispetto della normativa sulla privacy, tutelando le effettive situazioni di bisogno.

 

Verrà istituito un servizio di banco solidale per il sostentamento delle famiglie in difficoltà. Parte dei fondi utilizzati verrano reperiti impiegando una congrua quota delle indennità di carica degli assessori e del Sindaco

 

ANZIANI


Vogliamo valorizzare l’importante risorsa sociale che gli anziani rappresentano, giovandoci della loro esperienza e memoria storica per realizzare iniziative a vantaggio della collettività. E’ nostra intenzione potenziare le politiche di intervento ed assistenza, anche mediante l’integrazione delle attività di volontariato, nonché offrire nuove risorse, anche economiche, al già esistente circolo degli anziani, per incrementarne le attività ricreative e culturali.

 

PERSONE DIVERSAMENTE ABILI


Nel pieno rispetto della loro dignità, il nostro impegno sarà volto a garantire il trasporto per i disabili, a fornire supporto ai loro familiari mediante iniziative di assistenza, nonché ad intraprendere un’azione di abbattimento delle barriere architettoniche. Per la realizzazione delle politiche sociali e delle campagne di prevenzione screening sulla salute (tumore alla mammella, del colon e della tiroide) si utilizzeranno i fondi provenienti dalla gestione diretta della Farmacia comunale.

 

POLITICHE CULTURALI E TURISTICHE


Vanno sostenute e promosse le iniziative di ricerca e documentazione della memoria storica e delle tradizioni, favorite le iniziative e gli scambi culturali, promosso un programma di eventi, sostenute le associazioni, nuovamente istituita la Biblioteca Comunale, nonché la gloriosa banda musicale.

 

Intendiamo valorizzare i monumenti ed i siti di rilevanza storica, tra cui il Castello di Monte Trocchio, i vecchi mulini lungo il percorso del torrente Acquacandida, il luogo natio di Vittorio Marandola, la via Francigena, il Santuario di Maria SS de’ Piternis. Saranno individuati siti di interesse da destinare a parco naturale, ad esempio Monte Trocchio con i suoi percorsi verso il castello da Foresta, da Santa Lucia e dalle Pastenelle.

 

Centrale sarà l’impegno da noi rivolto alla riqualificazione del centro storico via Cervo-piazza Colle-via Sobborgo.


Promuoveremo il rilancio del sito allestendo mostre, organizzando eventi e dando lustro al museo.

 

Grande impulso sarà dato al recupero delle tradizionali attività artigianali e favorita la riapertura di botteghe ed esercizi commerciali nel rispetto della tipicità del luogo, con incentivazione attraverso sgravi fiscali e contributi per gli interventi edilizi, anche di tipo residenziale.

 

Verranno dislocati nel centro storico alcuni uffici pubblici, la sede della pro-loco e della biblioteca comunale al fine di restituirlo alla vita cittadina.


Parimenti si rende urgente un intervento di riqualificazione delle aree degradate.

 

IL SISTEMA SPORTIVO CITTADINO


Lo sport e l’attività motoria rappresentano un fondamentale diritto che Cervaro deve finalmente garantire ai suoi cittadini attraverso la quantità e la qualità dell’impiantistica sportiva. Bisogna ripristinare gli impianti esistenti, ripercorrere i passati successi calcistici e pallavolistici, ed avviare i giovani alla pratica di ulteriori discipline con la realizzazione di nuove realtà ed attraverso la gestione diretta delle strutture da parte del mondo sportivo.

 

I GIOVANI COME RISORSA PER IL FUTURO


E' prioritario promuovere una forma di collaborazione tra le nuove generazioni e l'Amministrazione al fine di recepirne le istanze e consentirne la realizzazione delle aspettative. L'obbiettivo e' permettere loro di esprimere le proprie potenzialità attraverso, l'assegnazione di spazi per incentivare l'aggregazione, l'utilizzo di attrezzature informatiche di libero accesso e del palazzetto dello sport per eventi e spettacoli a carattere culturale.

 

Lo sportello “informagiovani” va reso vero punto di riferimento e supporto per coloro che intendono intraprendere un'attività lavorativa o un'attività imprenditoriale, con accesso ai finanziamenti anche europei.

 

Istituiremo un “tavolo giovani” permanente che ne sosterrà i progetti, investendo sulla loro capacità di innovazione. Con l'introduzione di forme di consultazione e co-decisione il dialogo tra i giovani e l'Amministrazione sarà continuo. Tutto ciò sarà reso disponibile anche one line attraverso apposito sito web e verrà istituita una Tessera Giovani che consentirà di partecipare gratuitamente, o a costo ridotto, alle iniziative culturali della città, anche attraverso una convenzione da stipularsi con i commercianti per ottenere prodotti culturali (libri, cd, dvd, etc.) a prezzi agevolati. In cambio della tessera, il giovane potrà offrirà la propria disponibilità a partecipare all'organizzazione delle iniziative pubbliche in forma gratuita e volontaria.

 

ISTRUZIONE


Dovrà essere privilegiato il rapporto tra l’Ente Pubblico e le scuole cittadine di ogni ordine e grado. Si dovranno prevedere forme di ascolto e consultazione periodica con gli insegnanti e con gli studenti. Mettere in atto iniziative di sensibilizzazione e promozione dell’Educazione Civica quale valore fondante di una comunità locale coesa e rispettosa e metodo di convivenza civile. Sarà cura di questa Amministrazione dare, in sinergia con i giovani e le associazioni, adeguata eco locale a tutte le manifestazioni nazionali ed europee ed agli anniversari storici, nell’intento di incrementare il senso di appartenenza al territorio e, più in generale, alla nazione e all’Europa. L’Amministrazione comunale si impegnerà a porre in essere tutte le iniziative necessarie per poter accogliere sul nostro territorio insediamenti per l’istruzione universitaria e per le strutture destinate all’alloggio degli studenti.

 

POLITICHE AMBIENTALI E TERRITORIALI


Nello specifico riteniamo di dover lavorare sui seguenti temi: Conferenze informative e manifestazioni coinvolgeranno la cittadinanza con l’obiettivo di far crescere il senso civico, in riferimento alle tematiche ambientali.


La Città di Cervaro dovrà avviare un processo di promozione della sostenibilità nell’uso delle risorse naturali, obiettivo perseguibile anche attraverso un drastico abbattimento dei consumi energetici non essenziali e la diffusione di massa delle fonti rinnovabili di energia. Riteniamo, quindi, necessario incentivare tali pratiche promuovendo la diffusione sul territorio di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile (impianti fotovoltaici, biomasse), attraverso lo strumento del regolamento edilizio comunale, nonché predisporre un piano regolatore di illuminazione comunale allo scopo di ridurre il consumo energetico con installazioni di nuova generazione a led. Concessione in uso ai Privati ed alle associazioni di spazi verdi pubblici per il miglioramento del decoro ambientale e riqualificazione dei “giardini comunali” con allocazione di impianti ludici, sicuri ed affidabili, per bambini.

 

RIFIUTI E TERRITORIO


E’ prioritaria la rimozione dei rifiuti stoccati dal Comune a partire dal 1992 (giunta Gagliardi- Canale, Commissario Prefettizio e, in prosieguo, amministrazioni Marrocco) in località Cese –cava dimessa- e la completa bonifica dell’area interessata. La rimozione e bonifica, da effettuarsi sotto la stretta vigilanza delle autorità di controllo, sono attività necessarie per preservare la salute collettiva e scongiurare il rischio di inquinamento delle falde acquifere. Devono essere necessariamente esaminate ulteriori aree di proprietà del Comune, -già segnalate dall’Agenzia Regionale per L’Ambiente anche nell’ambito dello stesso sito di Cese, eventualmente interessate da sversamenti incontrollati di rifiuti solidi urbani.

 

Va potenziato il sistema di raccolta differenziata nella prospettiva di una riduzione dei costi, valutando la possibilità di una gestione diretta.

 

Il Comune dovrà dotarsi di un “piano antenne” che individui i siti, per l’allocazione delle stesse e dei ripetitori, in modo da garantire la salute dei cittadini dai danni da inquinamento elettromagnetico.

 

Particolare attenzione sarà rivolta all’esame ed alla risoluzione, per quanto di competenza, delle problematiche derivanti al nostro territorio dalla presenza del termocombustore sito nel confinante Comune di San Vittore del Lazio ed alle fattispecie di dissesto idrogeologico (esempio frana loc. Rete, loc. Sprumaro e campo sportivo Canale Parola).

 

DIFESA DEL TERRITORIO E RILANCIO DELL’AGRICOLTURA


La valorizzazione dell’agricoltura dovrà essere il fulcro della progettualità della Città per la conservazione e la riqualificazione degli spazi naturali, per la manutenzione del territorio, per incentivare e privilegiare lo sviluppo delle tradizionali produzioni.

 

Riteniamo altresì utile perseguire lo sviluppo di attività produttive e agricole sostenibili, la realizzazione di percorsi e strade interpoderali atte a migliorare l’accessibilità ai fondi.

 

Si stipuleranno accordi con le organizzazioni professionali agricole per assicurare un ruolo attivo del settore alla realizzazione degli indirizzi di tutela dell’ambiente naturale, di protezione del patrimonio agricolo, di recupero dei paesaggi, di incentivo alle produzioni a basso impatto ambientale.

 

POLITICHE TERRITORIALI E LAVORI PUBBLICI


Ribadiamo la priorità della riqualificazione del territorio attraverso l’eventuale revisione degli strumenti urbanistici, nonché la risoluzione definitiva dell’annoso problema dello smaltimento delle acque reflue (rete fognaria) e dell’estensione della metanizzazione alle frazioni che ne sono sprovviste.

 

Delle indispensabili strade interpoderali, che permettano l’accesso con mezzi meccanici ai fondi agricoli, si è già trattato nel capitolo dedicato al rilancio dell’agricoltura, così come nei rispettivi capitoli dedicati si è trattato del recupero e potenziamento degli impianti sportivi, del recupero del Centro Storico e delle realtà urbanistiche degradate. La nuova amministrazione, interagendo con i Comuni limitrofi, nella zona industriale posta a Sud della Via Casilina, in una area nevralgica tra l'autostrada del Sole e la Ferrovia, si impegna attraverso un organico intervento sulla viabilità, a dotare il sito di infrastrutture primarie e secondarie al fine di offrire opportunità di sviluppo imprenditoriale che possano attrarre investimenti e, quindi, favorire l'occupazione. Andranno censite e recuperate le strutture produttive e commerciali dismesse, al fine di evitare ulteriore cementificazione se non strettamente necessaria.

 

Valorizzare la stazione ferroviaria di Fontanarosa, adibendola a polo di smistamento dei passeggeri verso il polo universitario della Folcara. Il collegamento avverrà attraverso un sistema di trasporto-navetta. Per quanto concerne l'asse Casilina è necessario intervenire per rimuovere i vincoli che impediscono lo sviluppo delle attività artigianali e commerciali.

 

Cervaro 03/04/2012

 

Il candidato Sindaco

Mauro Cernesi