Sono entrate recentemente in vigore le nuove norme sulla "semplificazione amministrativa" che cambiano definitivamente l'atteggiamento della pubblica amministrazione verso i cittadini. Grazie a queste nuove norme, infatti, non saranno più i cittadini a dover dimostrare la propria nascita, la propria "esistenza in vita" o a fare i fattorini tra una amministrazione all'altra, ma dovranno essere le amministrazioni pubbliche a prendere atto di quanto i cittadini dichiarano e autocertificano. Pertanto, tutta una serie di atti, certificati ed estratti, potranno essere sostituiti con l'"AUTOCERTIFICAZIONE".
COME:
Si può autocertificare:
* luogo e data di nascita * esistenza in vita * residenza * stato di famiglia * stato civile (celibe/nubile, coniugato/a o vedovo/a) * nascita del figlio * morte del coniuge, dei genitori, dei figli, ecc. * cittadinanza * godimento diritti politici * iscrizione in albi o elenchi della pubblica amministrazione * titolo di studio * reddito * assolvimento degli obblighi contributivi * il numero del codice fiscale o della Partiva IVA * se sei disoccupato * se sei pensionato * se sei una casalinga * se hai adempiuto agli obblighi militari * l'assenza di condanne penali * tutti i dati sullo stato civile.